Come Filettare E Pulire Un Luccio Del Nord


Questa pagina può contenere link di affiliazione. Se clicchi e fai un acquisto, guadagneremo una piccola commissione, senza alcun costo aggiuntivo per te.

 

La maggior parte dei pescatori sceglie di liberare il luccio del Nord quando viene pescato perché è considerato un pesce “ossuto” e non vale la pena provare a filettare e mangiare.  In questo video, Dave Knetter, ci mostra come filettare e disossare il luccio del Nord.  Se puliti correttamente, sono un ottimo pesce da mangiare per la tavola. coltello di qualità per filettare il pesce .

Il nostro coltello da filetto consigliato per Northern Pike è:

 

La cosa principale su cui bisogna essere prudenti nel mangiare il luccio del nord sono le ossa. Le ossa di un luccio sono diverse da quelle di molti altri pesci. Certo, hanno la tipica spina dorsale e la tipica gabbia toracica che si tirerebbe fuori da qualsiasi pesce nel processo di filetto, ma sono anche pieni di lische molto più piccole che sono difficili da individuare.

 

La nostra tecnica di filetto dovrebbe rimuovere tutte queste piccole ossa, ma fate comunque attenzione quando il luccio colpisce la tavola. L’ultima cosa che volete nel vostro apparato digerente è un luccio che si spalma le ossa dei pesci.

 

Considerazioni prima della sfilettatura

Prima di arrivare al processo di rimozione delle ossa e arrivare a mangiare lucci, dobbiamo prima sventrare il pesce e rimuovere la pelle. Alcuni pescatori potrebbero credere che togliere la pelle dal loro pescato sia un peccato cardinale. Ma quando si preparano i lucci, o qualsiasi altro membro della famiglia degli Esocidae, che includono il muskellunge, la pelle deve assolutamente essere rimossa.

 

Questo perché i membri del La famiglia degli Esocidi ha tutti uno strato di bava protettiva sulla pelle per proteggerli dall’ambiente. È la stessa bava che rimane sulle mani per il resto della giornata dopo aver toccato il pesce, ed è l’ultima cosa che vuoi per condire la carne.

 

La carne di luccio è in realtà una carne bianca molto tenera. Se avete mangiato luccio in precedenza, che aveva un sapore simile al fondo di uno stagno, allora congratulazioni, avete sperimentato in prima persona il motivo per cui è necessario rimuovere la pelle.

La tecnica della bistecca di pesce

Pulire il pescato in questo modo è probabilmente il modo più comodo e familiare per pulirlo. La fine di questo processo vi lascerà con circa cinque bistecche di luccio di buone dimensioni.

Sventrare il vostro luccio del nord

La maggior parte delle persone che chiedono “sono buoni da mangiare i lucci del nord” non hanno superato l’aspetto squamoso. Per entrare lì dentro e prendere la roba buona, iniziate il processo di eviscerazione sventrando prima il pesce. 

Se non l’avete mai fatto prima, avrete bisogno di un coltello da filetto affilato al rasoio, come se fosse appena uscito dall’affilacoltelli. Infilate la punta della lama appena appena dentro la parte inferiore del pesce, appena sotto le branchie.

 

L’idea è quella di aprire la pelle e permettere una facile rimozione degli organi. Se il coltello va troppo in profondità, si corre il rischio di perforare uno degli organi e di rovinare la carne. Assicuratevi quindi che ci sia solo la punta del coltello.

Poi, fate scorrere il coltello lungo la pancia del pesce fino all’ano. Questo dovrebbe assomigliare molto a quando si apre una giacca o uno zaino; niente dovrebbe fuoriuscire, dovrebbe aprirsi bello pulito.

 

Togliete delicatamente gli organi e gettateli correttamente in un sacchetto di plastica per la spesa legato, oppure usate l’antica tecnica di seppellire le interiora dei pesci nel vostro giardino come fertilizzante.

Rimozione della pelle

Ora andremo avanti con la rimozione della pelle. Ma prima di iniziare questo processo, tenete presente che la parte esterna della pelle non può venire a contatto con la carne in nessun punto. In caso contrario, considerate quella parte di carne rovinata. Se i due rimangono in contatto per un periodo prolungato, è probabile che tutta la carne del pesce si rovini.

 

Iniziate inserendo il coltello sotto la pelle del pesce per la coda. Inclinate il coltello leggermente verso l’alto e fatelo correre verso la testa del pesce; tutto quello che stiamo facendo qui è separare la pelle dalla carne. Se il vostro luccio fosse abbastanza grande da poterlo tenere, è probabile che non riuscirete a separare tutta la pelle in un colpo solo.

 

Ora che una parte della pelle è separata, potete separarla ulteriormente tenendo la pelle insegnata in mano e separandola ulteriormente dalla carne con il coltello. Una volta raggiunta la spina dorsale, tagliate completamente la pelle con il coltello o con un paio di forbici.

 

Ripetere l’intero processo per l’altro lato del pesce e dare alla carne un buon risciacquo in acqua fredda prima di andare avanti.

 

Se siete così lontani, il modo in cui lavorate il pesce da qui dipende solo da voi. Basta essere sicuri che sui vostri primi pneumatici pochi filettare luccio settentrionale, si passa attraverso la carne e controllare per le piccole ossa che sporgono fuori. Man mano che migliorerete, eliminerete completamente le piccole lische.

Taglio dei filetti di luccio

Tuttavia, se volete rendere la vostra carne di luccio più maneggevole, potete usare questo metodo. Molti cuochi puntano a far uscire dal loro luccio circa cinque filetti. Ma se il vostro pesce è eccezionalmente grande, potreste finire per averne di più. Tenete presente che i pesci più grandi e più vecchi hanno generalmente accumulato più tossine e inquinamento nella loro carne rispetto ai pesci più giovani.

 

Prendete due strisce di carne lungo le lische a Y verso la parte anteriore del pesce, poi prendete altre due strisce vicino alla coda. Infine, prendete un’ultima striscia di carne dal retro del pesce. Ognuno di questi filetti dovrebbe avere all’incirca le stesse dimensioni.

 

Inoltre, tenete presente che la parte più grassa del pesce è quella in cui si accumulano più tossine nella carne. In questo caso, è la pancia. Quindi, se mangiate un pesce più vecchio, considerate la possibilità di gettare la carne più vicina alla pancia nella spazzatura.

Mathias Bader

Written by

Mathias Bader è un appassionato pescatore ed escursionista, e ama trascorrere il tempo nelle foreste selvagge. Ha avuto la fortuna di lanciare la sua lenza in laghi e fiumi. Mathias ama esplorare la natura e scrivere delle sue esperienze, raccontando storie e offrendo consigli a chiunque lo ascolti e a molte persone che non lo fanno.